LocandinaA3_web

Fuecu e cirasi

Cortometraggio fuori concorso

Data di proiezione: 06/10/2019

Giacinto ritorna al suo paese di origine per incontrare la famiglia della fidanzata Lena. I luoghi e l’incontro con il padre di lei gli riportano alla mente il fratello Mino e un tragico evento accaduto tanti anni prima. Giacinto troverà le risposte e pareggerà i conti.

Note di Regia

Il film cortometraggio “Fuecu e Cirasi” è tratto da una storia vera accaduta oltre 40 anni fa in terra di Puglia; adattata al cinema percorre i luoghi e la terra d’infanzia del regista.
I colori dell’Alto Salento esaltano gli stati d’animo dei singoli protagonisti; il cielo, il grano e le ciliegie fanno da contorno alla storia.
“Fuecu” (fuoco) sta per lo stato d’animo tipico degli adolescenti che ognuno di noi ha dentro di sé e, con la crescita, rimaniamo con la voglia e il desiderio di tenere sempre accesa la fiamma primordiale del nostro spirito. “Cirasi” (ciliegie) metaforicamente sono quel frutto che matura in un preciso periodo dell’anno e che gustandolo ci fa sembrare di assaporare quel successo che purtroppo spesso è desiderato ma tarda ad arrivare. Il regista quando lo ha sceneggiato e diretto ha pensato un po’ ad un western: una storia all’italiana ma universale allo stesso tempo, dove tutti gli elementi si completano tra di loro.
Ecco quindi il motivo di girare in Puglia in alto Salento, e tutto ciò tutto viene sottolineato dalle musiche originali composte da Mimmo Epifani.

al posto della pellicola-salacinema

corti finalisti

Guarda tutti i corti finalisti del Reff 2019

Torna su